L’impianto frigo e i suoi componenti

Funzionamento

Per far funzionare un impianto frigo bisogna assemblare almeno un compressore, un condensatore, un evaporatore, una valvola laminatrice o un capillare e naturalmente un gas refrigerante, come da schema.

L’impianto frigo funziona a circuito chiuso dove il gas passa da un elemento all’altro modificando il suo stato da liquido a gassoso e viceversa. La sua caratteristica rende l’impianto funzionale in quanto nella sua modifica di stato cede calore, produce freddo quando passa dallo stato liquido a quello gassoso e produce caldo quando torna allo stato liquido.

 Il compressore

Ha il compito di far circolare il gas, si divide in due parti: la bassa pressione dove il gas viene aspirato e l’alta pressione dove il gas viene compresso.

 

 Il condensatore

Il condensatore riceve il refrigerante allo stato gassoso con temperature e pressioni elevate dal compressore, passando dentro il condensatore cede calore raffreddandosi, riportando il refrigerante allo stato liquido

La valvola laminatrice

E’ interposta tra il condensatore e l’evaporatore, divide il circuito tra l’alta e la bassa pressione. Il refrigerante entra in fase liquida ad alta pressione e passa in una strozzatura (l’ugello) e il liquido viene spruzzato in una camera (l’evaporatore).

 

L’evaporatore

Ultimo passaggio dove il liquido spruzzato dalla valvola laminatrice viene a trovarsi in una vasta area, evaporando,  cambiando così stato da quello liquido a quello gassoso cedendo calore. Il gas ha la caratteristica che evaporando ghiaccia le parti a contatto producendo freddo. Viene aspirato dal compressore e inizia un nuovo ciclo.